Se ti piace condividi
RSS
Facebook
Facebook
Instagram

Il Massaggio Anma è un antico massaggio giapponese, tradizionalmente praticato esclusivamente dai Samurai. Per questo motivo è più conosciuto come l’antico massaggio dei samurai. Dalla rielaborazione di questa antica pratica è poi nato lo Shiatsu, oggi molto diffuso e conosciuto in occidente e oriente. Attraverso la pratica di questo antico massaggio, se eseguito correttamente, si va a ristabilire il corretto flusso energetico all’interno dei meridiani.

Massaggio: terapia antica e naturale

Il massaggio è sicuramente una delle forme più antiche e naturali di terapia. L’azione di stimolare la superficie cutanea con frizioni o pressioni esercita effetti immediati, come ognuno può sperimentare massaggiandosi energicamente su una contusione recente o, più delicatamente, su un’articolazione dolente.

Massaggio: medicina tradizionale

Già nell’antichità il massaggio era stato sistematizzato con la codificazione di precise tecniche per rendere la stimolazione più efficace, e, nell’ambito della medicina tradizionale cinese, erano state applicate ad esso le stesse teorie energetiche sulle quali si fondano l’agopuntura, la dietetica e la fitoterapia

Massaggio AnMa: un po’ di storia

L’ anma, in particolare, era un massaggio tradizionale giapponese, praticato in maniera informale almeno dal 200 A.C., derivato direttamente dal massaggio tradizionale cinese (“tuina”). In Giappone la medicina cinese approdò con i monaci buddhisti zen attorno al 560 d.C. e venne rapidamente assimilata e sviluppata con caratteristiche proprie dal popolo giapponese sino a farne una medicina quasi a sé stante. Anche il massaggio subì lo stesso destino. Durante l’epoca Edo (XVII° secolo) nella istruzione dei medici giapponesi era compreso l’anma, perché si riteneva che la conoscenza del massaggio fosse indispensabile per capire la struttura del corpo umano e il percorso dei meridiani, nonché per trovare i punti di agopuntura.

Tra i primi ad introdurre l’anma in Italia sono stati i maestri Carlo Pellandra e Yuki Hattori ai quali a loro volta sono state tramandate le tecniche di questo antico massaggio terapeutico giapponese Minouchi Sochi, storico e studioso, la cui famiglia vantava  cinquecento anni di tradizione al servizio dei nobili samurai.